Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Vai al contenuto

Indipendentemente dal carattere che abbiamo e che ci contraddistingue, ognuno di noi ha una propria sensibilità. Ed è proprio questa sensibilità che va a stuzzicare i nostri sentimenti e le nostre sensazioni.

Tutte sensazioni.

Oggi è una giornata piovosa, scura, umida. A quanti di voi piace la pioggia? Personalmente ritengo che la pioggia trasmette tante emozioni, brividi e sensazioni stupende.

Tutte sensazioni.

E' vero stiamo parlando di una giornata umida, nuvolosa che impedisce di fare tante cose che al contrario col bel tempo si potrebbero fare senza problemi. Però, non voglio parlare degli aspetti negativi, perché sono già noti, e lo sappiamo benissimo che in tutte le stagioni ci sono lati positivi e negativi.

Tutte sensazioni.

Ma voglio focalizzare solamente sull'aspetto delle: sensazioni. Quella sensazione che va a stuzzicare i nostri animi, alterando le percezioni, a volte, e andando a toccare l'umore.

Tutte sensazioni.

La sensibilità che riesce a trasmettere le giornate tipicamente autunnali, quelle piovose, come oggi. Quanto è bello farsi una passeggiata sotto la pioggia? Ovviamente parlo di quella pioggia moderata, piacevole appunto. Queste giornate in cui tutto intorno si muove a rallentatore.

Tutte sensazioni.

Sentire il mormorio della gente, i passi, le ruote che camminano sul bagnato, le gocce che battono sull'ombrello e che vanno a distinguersi con quelle più grandi che cadono dai tetti. E ancora, i rumori dei tergicristalli, le gocce che cadono sulle foglie rimaste sugli alberi, e gli odori? Quell'odore di fresco, l'odore che rilascia la terra bagnata, l'erbetta dei prati, le foglie cadute dagli alberi, tutto questo io lo trovo semplicemente: spettacolare.

Tutte sensazioni.

Questa atmosfera fa' scattare quella sensibilità particolare. C'è chi dice di sentirsi cupo, a me fa' l'effetto contrario. La sensazione di indossare i primi maglioncini, le sciarpe, tutto ciò che riesce a custodire il nostro calore corporeo. E' una sensazione appagante lasciarsi "abbracciare" da quel calore.

Tutte sensazioni.

E il letto? Questo è il periodo perfetto per avvolgersi sotto le coperte e riscaldarsi nel proprio calore. E come si descrive tutto questo? Ci sto provando, ma penso che mi comprende solamente chi come me, ama questo periodo.

Tutte sensazioni.

Quanto è bello lasciarsi trasportare da queste sensazioni? La sensibilità che riesce a trasmettere questo periodo è vivere in prima persona una poesia d'amore scritta direttamente dalla natura.

Tutte sensazioni.

E' amore questa sensibilità che si riesce a percepire intorno, persino i brividi che si avvertono fa scattare quella sensibilità profonda. Per me questo è un periodo che trasmette una felicità dei sensi.

Tutte sensazioni.

Adoro questo periodo. Tutto gira intorno alla sensibilità. Le tisane calde, le cioccolate calde prese in compagnia della persona che si ama. Tutte sensazioni uniche, che si vivono solamente in questo periodo.

Non c'è niente da fare, siamo poesia in mezzo a un equilibrio apparentemente caotico.

Queste sono, tutte sensazioni.

♥️

DomenickStyle

5

In un mondo in cui le emozioni si esprimono tramite il web e i rapporti sociali sono diventati formalità, l'essere sensibili spesso è vista come quella "cosa fuori luogo."

Per una questione di esibizione, la sensibilità stessa è strumentalizzata in determinati momenti, facendola diventare una cosa virale o altri scopi, ma parliamo di simulazioni, non di realtà. Ma quando si esce da questi schemi, spesso, si viene visti in maniera strana.

L'essere sensibili è la capacità di percepire sensazioni di tutto quello che abbiamo intorno inglobando anche noi, andando oltre la logica, lasciandosi coinvolgere quindi dalle circostanze.

Ad esempio, il ritrovarsi in un posto triste, e di conseguenza lasciandosi coinvolgere dalle sensazioni, rievocando ricordi e pensieri che spingono l'umore a cambiare di conseguenza. Così l'inverso in una situazione di gioia o altro.

Insomma, abbiamo questa capacità di vivere costantemente di sensazioni.

Capita quella mattina di risvegliarsi con un determinato umore e lo stesso va a interagire con le nostre sensazioni, dando quella tonalità di colore diverso a tutto ciò che andiamo a guardare.

Non esiste logica con le sensazioni.

Ad esempio, L'odore del pranzo ci fa scattare quelle sensazioni, andando a ricordare determinati momenti.

Oppure il toccare con mano un libro, sfogliarlo, sentire quel odore di carta, tutte cose che ci conducono a delle sensazione profonde che fanno scattare in noi ricordi e momenti.

Penso che le sensazioni siano un filo conduttore che lega direttamente con la nostra anima. Un modo per comunicare con la nostra stessa anima, in base alle percezioni che scattano tramite tutto ciò che ci circonda.

L'ascoltare il vento che smuove le foglie, il suono della pioggia, oppure chi ama la stagione estiva, ascoltare il suono del mare, le onde che si mescolano con le voci dei bambini che giocano, oppure il camminare per strada sentendo il mormorio della gente, il caos della città come l'ascoltare la natura distesi su un prato.

Insomma tutte sensazioni che vanno a toccare nel profondo, facendoci vivere attimi intensi con noi stessi.

Le sensazioni aiutano a ritrovare la pace interiore.

Se si è agitati, felici o qualsiasi umore, le sensazioni sono sempre presenti, facendoci indirettamente rendere conto di essere vivi, andando oltre a qualsiasi spiegazione facendoci comprendere concretamente la distinzione tra la natura e l'artificiale.

Le sensazioni sono la voce della nostra anima che va a interagire con tutto ciò che riguarda la nostra vita.

DomenickStyle