Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Vai al contenuto

6

Sembra assurda come cosa, ma ogni anno ormai è diventata una cosa fissa di anticipare il Natale di 2 mesi. Da voi già stanno iniziando i preparativi di Natale?

Ogni anno, passato le giornate dedicate ai defunti, ormai sta prendendo questa (brutta) piega di iniziare subito i preparativi.

Forse con gli impegni lavorativi e le varie faccende che ci assalgono i pensieri ogni giorno, non ci facciamo nemmeno caso. Ma è così.

Sul web addirittura già stanno preparando le immagini, le grafiche, tutte cose a tema del Natale che deve arrivare. I negozi già stanno riempiendo i scaffali, e per strada stanno già comparendo le prime luminarie. Ma quanto è positiva questa cosa?

Anticipare così tanto vuol dire che, esageratamente, per fine mese sarà già tutto pronto. Ci ritroviamo in un'atmosfera natalizia ben 1 mese prima della reale celebrazione.

Tutto questo anticipare non pensate che possa annoiare? Il Natale è una delle feste più intense e lunghe, ma allo stesso tempo è anche un vivere la festività.

Ma tutto questo anticipare diventa normalità, distruggendo quella magia del Natale.

È triste, magari non tanto per chi è grande, ma soprattutto per i ragazzi, i bambini, che comunque ricevono un insegnamento sbagliato. Comprendono che il Natale è una formalità, che è un dovere, che è tutto un giro di business e favole.

E invece dovrebbe essere una cosa sentita, perché è un'ottima occasione per condividere diversi momenti con la persona che si ama, e quelle più vicine.

Sarà l'effetto che ci siamo ormai allontanati tantissimo dalle religioni in generale? Non voglio parlare delle religioni, però io penso sicuramente che la mancanza di una fede rende freddo o comunque allontana da quel calore che si prova per un determinato evento di origine religiosa.

Sarà sicuramente anche i tempi che sono cambiati totalmente dal passato. Ormai si vive una realtà frenetica, dove la cosa più semplice è fatta ed è pretesa di esserla eseguita in maniera veloce, istantanea. Quindi stiamo assumendo sempre più una visione del tempo che si accavalla.

Per com'è il mondo attuale, i preparativi sono una "problematica" di risolvere il prima possibile. Non è vista come un modo per stare insieme e fare una cosa divertendosi. È diventato noioso.

Cerchiamo di rimanere Umani, che piano piano stiamo assumendo le esembianze dei robot. Voi cosa ne pensate?