Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Vai al contenuto

"Mi manca il sapore delle tue labbra, il calore dei nostri abbracci, le sensazioni che solo tu riesci a darmi!! ❤"

..Pensieri d'Amore..

Ho voluto iniziare la giornata così, pensando a lei. pensando a noi. Inizio la giornata con quella sensazione di mancanza, quella sensazione di vuoto, quel bisogno di calore, amore.

..Pensieri d'Amore..

I suoi baci, le sue labbra, forse sarà una cosa "scontata" ma ogni dettaglio suo mi piace da morire. Mi piace dedicarle del tempo, attenzioni, scherzare insieme e parlare, parlare.. A voi non è così, con la persona che amate?

..Pensieri d'Amore..

La sua voce, unica, ha quel lato di dolcezza, ma allo stesso tempo aggressiva. Ma io riesco a estrapolare una sfumatura di dolcezza sempre, perchè adoro il suo stile. Amo sentire i suoi ragionamenti, le sue espressioni, i suoi modi di fare.

..Pensieri d'Amore..

Quando l'amore si fa sentire diventa un tormento, ma basta un suo abbraccio per placare tutto.

DomenickStyle

2

Quante volte ci innamoriamo sapete dare una risposta? Personalmente ritengo che l'amore non ha una dimensione, non ha uno spazio temporale, non esiste ne una, ne due, ne miliardi di volte. E' semplicemente: infinito.

L'amore non cessa mai di esistere e di alimentarsi, si evolve. E ogni evoluzione è quella fase nuova per innamorarsi sempre, costantemente e nuovamente. Quindi qual'è il messaggio di questo articolo?

Il messaggio sta racchiuso in quella parola: innamorarsi.

L'amore è un sentimento semplice, puro. Siamo noi che lo riempiamo di tanti significati gonfiandolo con pensieri vari e tormentati. Ma l'amore di base è un sentimento che nemmeno ce ne accorgiamo. L'attimo in cui state condividendo un momento di felicità, vera felicità, ci riflettete? Lo programmate?

E' impossibile. Non possiamo programmarci quando essere felici o tristi o qualsiasi altro sentimento, lo stesso vale per l'amore. Siamo noi, così "malefici" da "giocarci" con questo sentimento, rendendolo pesante, burrascoso, cupo ecc. Ma non è così.

L'Amore rispecchia la nostra anima, ciò che noi siamo. L'Amore è il nostro stesso riflesso. E quindi quante volte ci innamoriamo?

Infinite volte nell'arco della giornata, nel tempo. Come avvengono momenti di gioia, di tristezza, di nervosismo, così avviene il momento in cui ci innamoriamo. Ed è una cosa meravigliosa. Non si può sopprimere questa cosa, perchè significherebbe uccidere la nostra stessa personalità, la nostra anima.

Innamorarsi della persona che già si ama è possibile? Certo. Ogni "attimo d'amore" che trascorriamo con la persona che amiamo ci stiamo innamorando nuovamente. Ogni volta che che ci incontriamo, sorridiamo, trascorriamo del tempo, facciamo qualsiasi cosa con la persona che amiamo, ci stiamo semplicemente innamorando di continuo.

Innamorarsi delle cose semplici, perchè l'amore è un sentimento che nasce dalle cose più piccole. Un gesto, un abbraccio, un bacio, uno sguardo tutte qualità e aggettivi che vanno ad alimentare quel fuoco che già arde dentro di noi. Questo è innamorarsi.

Più pensiamo alla persona che amiamo, più ci innamoriamo.

DomenickStyle

2

L'amore è quella melodia di sottofondo, che riesce a dare quella spinta al nostro cuore nell'aprirsi, nel confrontarsi e nell'ascoltare la persona che abbiamo davanti.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

Risvegliarsi la mattina pensando a lei, pensando al suo profumo, pensando alle sue dolci labbra, pensando che riesce a riempire la vita, dando quel tono di colore.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

Che ci accompagna lungo il tragitto della nostra vita, che ci da forza perchè ci fa sentire meno soli. Ci conforta nei momenti più deboli, incoraggiandoci a non mollare mai.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

Che suona e risuona sempre, non si ferma mai, crea quel caos in testa piacevole. Impariamo ad ascoltarla, perchè non è facile ascoltare questo amore, bisogna saperlo ascoltare ed amare, solo così diventa melodia e non rumore.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

Che fa riflettere, apre la mente, a volte riesce a metterci a confronto con noi stessi, impariamo cosa vuol dire confrontarsi con l'altro sesso. E' una melodia che fa risuonare in noi cosa vuol dire rispettare, in base a ciò che abbiamo subito. E' una melodia che ci portiamo dietro lungo tutto la nostra vita.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

La gioia, il godersi l'attimo, l'euforia di un determinato momento, è il correre per raggiungere un luogo, è il prepararsi di fretta per una serata fuori, è l'aspettare sotto casa, è il cantare una canzone a squarciagola in macchina. La felicità.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

Che non finisce mai, come la speranza, il desiderio di riuscire ad avere una vita diversa, una vita piena di emozioni, una vita ricca di ciò che ci piace, una vita piena di Lei.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

Esatto, proprio così, è quel sottofondo che ci fa danzare lungo il nostro tragitto, mano nella mano con quella persona che custodiamo all'interno del nostro cuore. E' quella melodia che ci fa capire di essere vivi, è quell'amore che ci fa rendere conto di quanto siamo speciali, è quel sottofondo che ci piace così, perchè qualsiasi luogo o circostanza, quello che lo rende bello è grazie alla persona che abbiamo sempre vicino.

L'amore è quella melodia di sottofondo.

DomenickStyle

Non è facile affrontare questo tema, anche se ne parlano ormai tutti. Ma oltrepassando le parole e andando ai fatti concreti, per molti è ancora difficile accettare, parzialmente o totalmente, questa parità dei sessi. Perché è così difficile?

Perché si tratta di accettare, con i fatti, di mettere sullo stesso e identico piano la donna e l'uomo. (quando c'è un argomento che non piace a "determinate persone" che non riesce a dialogare, si inizia criticando, per poi finire con la violenza. E di questi esempi ne abbiamo tantissimi nella nostra società. Tutte vittime donne e ma anche uomini di qualsiasi età, che vengono "bullizzati" da persone che vivono secondo un determinato stereotipo, voluto dai poteri alti, che riescono a gestire queste masse proprie perchè sono facilmente manipolabili.)

Ed è difficile accettare questa cosa, sopratutto per una vecchia generazioni cresciuta ed abituata a una certa disparità. Tutto questo, per loro, è un totale taboo. Ma non sono da meno le generazioni moderne, indottrinate da quelle passate, spingendo avanti un modello in cui sancisce sempre una disparità dei sessi su tutti i fronti.

Ma ormai la realtà smentisce totalmente questi "taboo del passato" (per fortuna). Le donne sono riuscite a dimostrare di essere perfettamente all'altezza di svolgere le stesse identiche mansioni dell'uomo. Ci sono state e ci sono ancora, infinite battaglie da parte delle donne per rafforzare l'affermarsi di questa parità e non solo, ormai si sta andando oltre, toccando temi più profondi.

Ad esempio nei dialoghi, nei rapporti sociali e quelli intimi, nelle libertà di espressione, tutte cose che continuano ad andare sempre in contrasto con le credenze e le mentalità di epoche antiche.

In tutta questa battaglia a remare contro, spesso e volentieri ci "giocano" le varie tendenze che si diffondono nel mondo, le politiche, i media e le telecomunicazioni varie, e sopratutto "giocano" un ruolo molto importante che non aiuta per niente l'emancipazione sociale: le religioni. Un tema che non voglio toccare più di tanto, ma che devo ammettere conferma sempre questo "modello" di totale disparità tra i due sessi.

Ma in tutto questo, l'aspetto che personalmente ritengo venga messo continuamente all'oscuro di tutto, è proprio l'identità dell'uomo e della donna. Non è un argomento facile perchè ingloba tante sfumature, ma l'essere umano è complesso, e per questo tale motivo non può essere così semplice mettere alla pari i due sessi.

Non è facile, e mai lo sarà, nessuno dei due ruoli. E la parità si potrà raggiungere solamente con la maturità, con la ragione, che spinge a quella evoluzione umana. Per qualcuno, forse, starò parlando "strano" in questo momento, perché sono ideologie che vanno in contrasto con la realtà attuale.

Ci sono tanti temi sociali che un tempo si ignoravano totalmente e che nel corso dei secoli si sono evoluti, discussi, modificati, aboliti o sostituiti. Questo tema della parità dei sessi non era mai stato messo in discussione nei secoli passati, e il fatto di parlarne è già la conferma che il processo è in atto.

La dignità dell'uomo come quello della donna hanno un ruolo fondamentale, perché li rendono degni e fieri proprio di quel ruolo che ricoprono. Su questa cosa si sta perdendo totalmente l'orientamento.

Sia l'uomo che la donna col ruolo che ricoprono comportano delle responsabilità. È nel momento che si cerca di scavalcare l'altro pensando di essere "superiori" o "più adatti" in un determinato ruolo o in un dialogo, che si sta semplicemente sbagliando. Per non parlare dell'estremizzare, è totalmente sbagliato.

Ma sbagliato non solo nei confronti dell'altro sesso, ma anche con se stessi. Perchè fare l'uomo, come la donna, comporta di prendere determinate posizioni che riguarda la propria individualità. Ma nel momento in cui ci si mette a confronto con l'altro sesso, si deve essere capaci e aprti al confronto, al dialogo, all'accettare il modo di vivere altrui.

Si cade in errorre quando si "pretende" in maniera diretta o indiretta di interferire nella libertà decisionale dell'altra persona. Nessuno potrà mai essere all'altezza ne potrà mai esistere giustificazioni, momenti, circostanze, che si potrà permettere di giudicare ciò che riguarda la vita, il modo di esprimersi, le scelte e quant'altro, della persona che si ha davanti. Solamente noi stessi, uomo o donna, sappiamo cosa è giusto per noi, cosa è "esatto" o "sbagliato", cosa è più consono o meno in questo esatto momento.

Questa è, per me, la parità dei sessi.

Il riuscire a maturare quella capacità di disegnare quel "cerchio" intorno a noi, riconoscendo il nostro ruolo, nel quale all'interno ci troviamo noi, la nostra intimità, il nostro "io" interiore con cui ogni giorno, ogni secondo, stiamo sempre in "competizione" per migliorare la nostra persona, la nostra identità.

Il confronto, il dialogo, il rispetto delle scelte e delle libertà decisionali, senza il volere di qualcuno, ma secondo ciò che il propria mente/cuore suggerisce. Esattamente tutte queste cose, nel momento in cui si prende coscienza del proprio ruolo, vengono da se, tutto in automatico. Perchè, personalmente, ritengo ovvio, quasi scontato, che nel momento in cui capisco il mio ruolo di uomo, in automatico non permetterei mai di entrare nel mondo di un altro sesso, che sia donna o uomo, giudicando la sua identità.

Ma non è facile questo discorso. Ne tanto meno c'è un reale insegnamento. Non voglio dire che si dovrebbe insegnare la parità dei sessi, perchè non è questo che si deve insegnare. Come ho detto, tutto parte, a parere mio, dal auto-conoscersi. Il resto è una catena. Nella nostra società vedo che manca proprio questo, un insegnamento, un orientamento del ruolo che si ricopre, che vale sia per l'uomo ma anche per la donna.

Quindi viviamo spesso una realtà sociale che è un po' come una giungla, dove troviamo, uomini e donne, che scappano dalle proprie responsabilità o addirittura non hanno coscienza di ciò che fanno, perchè semplicemente non sono consapevoli del ruolo che ricoprono.

E ci sono i mezzi a disposizione per aiutare l'avanzamento umano su questo tema, ma allo stesso tempo remano contro troppe cose. Una delle tante l'ho citata prima, le religioni in generale. Ma anche le diverse mode che si lanciano, ad esempio attraverso il mondo dello spettacolo, del cinema ecc in cui si estremizza un'espressione maschilistica o al contrario, spingendo ad assumere visuali che vanno contro corrente a questo tema sociale.

Ci sono troppi interessi in conflitto. Però tutte queste cose fanno "rumore" e danno modo di riflettere cambiando lentamente lo scenario sociale.

Queste sono mie considerazioni e ho pensato di scrivere questo articolo perchè nella vita comune si parla spesso di "Amore" e tutti altri temi collegati, per poi inciampare su questo argomento che ritengo fondamentale, che viene prima di qualsiasi rapporto sociale o sentimentale, perchè riguarda la singola persona.

Per arrivare a costruire un grattacielo si parte sempre dalle fondamenta.

DomenickStyle

4

Amare vuol dire condividere, rispettarsi, ascoltarsi ma vuol dire anche essere quel punto di riferimento, quel "raggio di luce".

Quel raggio di luce che apre le giornate, che si fa spazio tra le nuvole, attraversa qualsiasi ostacolo, illuminando dove prima c'era il buio totale.

L'amore, quel nostro amore, è il nostro raggio di luce. Il nostro punto di riferimento.

Quel raggio di luce che ci dona il sorriso, riscalda gli animi. È quel punto di riferimento, l'appiglio dove potersi rifugiare dalle paure, dai timori.

Quel raggio di luce che ci da forza ogni giorno per affrontare le difficoltà nei migliori dei modi. È quel raggio di luce che ci accompagna fino la sera.

Quel raggio di luce che ci avvolge, come un abbraccio, che ci rassicura, che a prescindere dalle tempeste, dai bui totali che possono arrivare, ci sarà sempre.

Vedere quel raggio di luce, ci fa sentire vivi dentro, ci fa rendere conto di quanto sia profonda la vita.

Quel raggio di luce è la speranza nelle sofferenze, nei dolori. È senso della nostra vita.

Quel raggio di luce è il riflesso del nostro vero amore.

♥️

DomenickStyle

5

Avete idea di quale sia il colore dell'Amore? Verrebbe da dire il rosso, tipico colore attribuito quando si disegnano i cuori. ❤ Ma il vero colore dell'amore qual'è?

Non è facile trovare una risposta. L'amore di per se non ha una forma, non si tocca, non si vede, parliamo di un sentimento. L'amore dunque non si può disegnare, ma quindi sto dicendo che questo amore non esiste?

Ovviamente non direi mai una cosa del genere. L'amore esiste, perchè noi esistiamo. E' la nostra stessa esistenza la spiegazione dell'amore. Perchè noi viviamo per amore di una persona che ci ha dato la vita e di conseguenza, doniamo amore, ogni giorno, nei confronti della persona che portiamo nel nostro cuore e tutte le persone care. Ma non solo, anche nelle cose che facciamo ogni giorno, per tutte le cose con cui ci prodighiamo, le nostre passioni. Insomma la nostra esistenza è spinta dall'amore.

Ma quindi qual'è il colore giusto per l'amore? Personalmente penso che non esiste un colore unico. Perchè l'amore di per se non ha un solo volto. Ma ha un'infinità di sfumature. Nella nostra vita siamo circondati da persone che sono legate a noi direttamente e indirettamente. Ma tra tutte quelle principali con cui condividiamo la vita sono i genitori, i fratelli e sorelle, e ovviamente, la persona che amiamo. E per ognuna di loro, singolarmente, proviamo amore. Come loro provano amore nei nostri confronti.

Parlo di amore materno, amore paterno, amore di una sorella o fratello, sono tutti distinti l'uno dall'altro. E' il fine che li accomuna, il fatto che parliamo di amore, ma è il modo in cui viene vissuto che cambia. Quindi si potrebbe mai dare un solo colore per tutti questi "amori"? Non rispecchierebbe la realtà dei fatti.

Quindi insomma, personalmente ritengo che ogni colore  esistente nella natura rispecchia una forma di "amore". E se voi faceste mente locale al proprio amore, quale colore attribuireste?

Non trovate che sia stupenda questa cosa? Questa è la conferma che l'amore ha infinite facce e forme, ma questo non ci rende diversi, perchè il sentimento è lo stesso, ma la vita di ognuno di noi è unica, speciale.

Unica e speciale come quando parliamo di quel amore profondo. Ho pensato di mettere come immagine le rose perchè sono il simbolo della bellezza. Ma anche perchè sono uniche, ognuna con la propria grandezza, colore. Ognuna che rispecchia l'anima di chi guarda. Ognuno che sceglierebbe quella più bella, quella che rispecchierebbe perfettamente la persona che si ama profondamente.

DomenickStyle

2

Ci serve un pizzico di follia per amare. Perché "amore e follia" si completano a vicenda.

L'amore è stupendo ma allo stesso tempo, contiene tante sfumature. Queste sfumature possono essere tanto negative quanto positive.

L'amore è vita, ma per renderlo vivo significa anche soffrire a volte. Una vita perfetta sarebbe piatta, monotona, noiosa. Allora ecco che l'amore la rende viva, andando a creare tutte quelle particolarità, che solamente chi vive di follia riesce a capire veramente cosa vuol dire amare profondamente.

È folle pensare di condividere la propria vita con una persona. Pensare di fare una cosa del genere, da un punto di vista esterno, non ha senso. Ci sarebbero troppi "perché" da rispondere.

Perché prodigarsi per una persona quando non si sa poi come finirà? Perché donare la metà del proprio cuore, avendo quella consapevolezza di rischiare di ritrovarsi pugnalati? Perché innamorarsi sapendo poi di vivere con una certa ansia, preoccupazione e condividere problemi vari? L'amore non ha solo il lato bello, che tutti guardano e conoscono a prescindere.

Ecco ci serve un pizzico di follia per mettersi in gioco e rischiare tutto. Significa che quella persona ti deve piacere follemente per arrivare a desiderare la realizzazione di una vita insieme.

Il motore dell'amore è proprio la follia.

Se non ci fosse questo pizzico di follia non rischieremmo nulla. Ci basterebbe vivere bene con le nostre cose e basta. L'amore ha un'importanza immensa, perché ti cambia la vita.

Ma noi siamo fatti di amore e follia.

Ci serve sempre quel pizzico di amore e follia per raggiungere i propri sogni, per realizzare qualsiasi aspirazione. Quindi cosa spinge ad amare?

Gira tutto intorno a ciò che desideriamo. L'amore gira tutto intorno a quella persona che riesce a catturarci in tutti i sensi. La follia ha il volto di quella persona che amiamo profondamente, che ce la sogniamo di notte, che ci fa provare sensazioni che va oltre la razionalità.

L'amore è lo specchio della nostra anima, la follia è quella persona che teniamo per mano. La follia che riesce a trasmetterci quella forza per continuare a realizzare tutti i nostri sogni per un futuro insieme a quel nostro amore.

Amore e follia è quando ci sale quella gelosia, quando sentiamo il bisogno di sentire quella voce, quando in un abbraccio profondo ci scatta dentro quella scintilla che ferma il tempo, cancella tutti i rumori intorno, e proviamo una sensazione di sicurezza, pace, serenità.

L'amore è follia, che ci fa scrivere righe su righe di tanti pensieri e dediche. L'amore è follia quando ci fa piangere ma ridere. L'amore è follia quando ci perdiamo in quei baci profondi. L'amore è quella follia che siamo disposti a lottare qualsiasi cosa per tenercela stratta a noi.

L'amore è follia.

♥️

DomenickStyle

Indipendentemente dal carattere che abbiamo e che ci contraddistingue, ognuno di noi ha una propria sensibilità. Ed è proprio questa sensibilità che va a stuzzicare i nostri sentimenti e le nostre sensazioni.

Tutte sensazioni.

Oggi è una giornata piovosa, scura, umida. A quanti di voi piace la pioggia? Personalmente ritengo che la pioggia trasmette tante emozioni, brividi e sensazioni stupende.

Tutte sensazioni.

E' vero stiamo parlando di una giornata umida, nuvolosa che impedisce di fare tante cose che al contrario col bel tempo si potrebbero fare senza problemi. Però, non voglio parlare degli aspetti negativi, perché sono già noti, e lo sappiamo benissimo che in tutte le stagioni ci sono lati positivi e negativi.

Tutte sensazioni.

Ma voglio focalizzare solamente sull'aspetto delle: sensazioni. Quella sensazione che va a stuzzicare i nostri animi, alterando le percezioni, a volte, e andando a toccare l'umore.

Tutte sensazioni.

La sensibilità che riesce a trasmettere le giornate tipicamente autunnali, quelle piovose, come oggi. Quanto è bello farsi una passeggiata sotto la pioggia? Ovviamente parlo di quella pioggia moderata, piacevole appunto. Queste giornate in cui tutto intorno si muove a rallentatore.

Tutte sensazioni.

Sentire il mormorio della gente, i passi, le ruote che camminano sul bagnato, le gocce che battono sull'ombrello e che vanno a distinguersi con quelle più grandi che cadono dai tetti. E ancora, i rumori dei tergicristalli, le gocce che cadono sulle foglie rimaste sugli alberi, e gli odori? Quell'odore di fresco, l'odore che rilascia la terra bagnata, l'erbetta dei prati, le foglie cadute dagli alberi, tutto questo io lo trovo semplicemente: spettacolare.

Tutte sensazioni.

Questa atmosfera fa' scattare quella sensibilità particolare. C'è chi dice di sentirsi cupo, a me fa' l'effetto contrario. La sensazione di indossare i primi maglioncini, le sciarpe, tutto ciò che riesce a custodire il nostro calore corporeo. E' una sensazione appagante lasciarsi "abbracciare" da quel calore.

Tutte sensazioni.

E il letto? Questo è il periodo perfetto per avvolgersi sotto le coperte e riscaldarsi nel proprio calore. E come si descrive tutto questo? Ci sto provando, ma penso che mi comprende solamente chi come me, ama questo periodo.

Tutte sensazioni.

Quanto è bello lasciarsi trasportare da queste sensazioni? La sensibilità che riesce a trasmettere questo periodo è vivere in prima persona una poesia d'amore scritta direttamente dalla natura.

Tutte sensazioni.

E' amore questa sensibilità che si riesce a percepire intorno, persino i brividi che si avvertono fa scattare quella sensibilità profonda. Per me questo è un periodo che trasmette una felicità dei sensi.

Tutte sensazioni.

Adoro questo periodo. Tutto gira intorno alla sensibilità. Le tisane calde, le cioccolate calde prese in compagnia della persona che si ama. Tutte sensazioni uniche, che si vivono solamente in questo periodo.

Non c'è niente da fare, siamo poesia in mezzo a un equilibrio apparentemente caotico.

Queste sono, tutte sensazioni.

♥️

DomenickStyle

La vita è una lotta continua. Ma quando si tratta di lottare per qualcosa che ci interessa realmente nel profondo, che ci appartiene, un nostro sogno, qualsiasi aspirazione, allora vale la pena di: battersi con amore.

Quante volte l'ho notata questa cosa meravigliosa. Basta guardarsi intorno, e vedere la gente come si prodiga per quello che desidera.

Quando c'è una cosa che è sentita da dentro, è fatta con passione. Siamo capaci di far fuoriuscire da dentro una forza incredibile.

Sono queste cose che ci rendono particolari, ci distinguiamo dalle macchine. Siamo capaci con la mente, di alzarci dei muri inesistenti, diventando vulnerabili e deboli nell'affrontare determinate tematiche.

Ma quando poi si tratta di qualcosa che ci teniamo, amiamo, diventiamo imbattibili.

È questo ciò che fa' la differenza nella massa.

Battersi con amore.

Per raggiungere determinati scopi, per ottenere un traguardo, per realizzare un sogno, l'uomo è capace di distruggersi.

Ma non sempre tutto questo è compreso. Spesso questo battersi con amore con tutte le energie, diventano allo stesso tempo un peso, una trappola.

È pesante pensare di non essere all'altezza di raggiungere determinati scopi, è un mangiarsi con i propri pensieri. È proprio qui che si oltrepassa quel limite logico, perché c'è chi sceglie di studiare la cosa per trovare quei sotterfugi per raggiungere lo scopo, e chi si arrende lasciandosi travolgere da tutto questo.

Non è comprensibile da tutti, e non è facile spiegarlo. Battersi con amore per qualcosa che si ama vuol dire a volte sacrificare una componente nella propria vita. Altre volte questo battersi con amore diventa invece una ossessione. Altre volte diventa proprio lo scopo della propria esistenza di vita.

Insomma tutto questo è un messaggio (spero) motivazionale in generale. È per dire che se si sta vivendo un momento in cui ci si pensa di essere "inutili" perché ancora non si sono realizzati i propri sogni e le aspirazioni, non bisogna mai arrendersi. Devono essere questi i momenti di riflessione con se stessi, focalizzando ciò che si desidera, mettendo da parte i timori e le paure, e continuare a battersi con amore.

È esattamente questa cosa che ci rende, al contrario di quanto si possa pensare, persone speciali.

Battersi con amore ti fa sentire realizzato, al di fuori del risultato, è esattamente questa cosa che ci fa distinguere da chi non ha mai provato quella sensazione di sentirsi vivo, battendosi con amore, per quel sogno covato da sempre dentro al nostro cuore.

♥️

DomenickStyle

Uno dei miei difetti: Osservare. Perchè dico così? Perchè spesso noto intorno a me relazioni finte. Ovviamente tutti hanno la libertà di viversi la propria relazione come meglio crede, ma il rispetto? In amore il rispetto è sacrosanto.

Si tende sempre a giustificare, cercando di puntare il dito altrove, ma nessuno riesce mai a passare la mano sulla coscienza. Le violenze che avvengono non sempre la colpa è solo di chi ha commesso l'azione, ma spesso si è anche complici di questo male.

Amore e Rispetto per me camminano sulla stessa strada, mano nella mano, uniti con lo stesso vincolo. L'uomo deve rispettare la donna, con le proprie libertà e i propri pensieri e viceversa. Se non c'è questo equilibrio significa che non stiamo parlando di amore, ma di situazioni passeggere.

Il limite che divide l'ossessione, la possessione, la gelosia, l'egoismo sono dei muri davvero sottilissimi. Talmente sottili che spesso vengono confusi, andando a scavalcare tutti questi mondi e giustificando tipicamente con: lo faccio per amore.

Questo vuol dire mancare di rispetto in amore. Quando mettiamo in atto una qualsiasi forma egoistica, come tra quelle che ho elencato prima, stiamo andando a vincolare la libertà della persona che diciamo di amare. Si fa del male chi agisce in questo modo, anche se non ci sembra, l'essere coscenti che l'amore è unilaterale, significa vivere una realtà brutta. E peggio ancora, chi non mette in pratica questo ragionamento e accetta di vivere una relazione di disparità, è semplicemente complice del proprio male. E' quel silenzio che condanna.

Spesso tutto questo avviene inconsapevolmente, e anche questa è una delle tante giustificazioni. Manca l'informazione, manca il prendere coscienza della realtà, manca il volersi bene prima di intraprendere qualsiasi rapporto sociale. E' un "lavoro" che deve avvenire con noi stessi dalla giovane età, confrontandosi, ma sopratutto avendo al proprio fianco una guida.

E' qui il problema: la mancanza di una guida. La mancanza di un genitore amico per esprimere i propri pensieri. La mancanza di una figura seria, matura, con cui confrontarsi e che sappia darci insegnamenti. Non manipolare, ma insegnare mantenendo integra la propria libertà.

Quando una pianta cresce, non puoi cambiare la sua struttura di base. Se è cresciuta storta, e si è concretizzata in quel modo, non puoi farci più niente. Le piante vanno curate dalla nascita, giorno dopo giorno. La mancanza di attenzioni, l'isolare, l'egoismo che investe la stragrande maggioranza delle persone, porta a far crescere una nuova generazione debole, insicura e facilmente manipolabile.

Amore è Rispetto, altrimenti chiamiamolo in un altro modo.

🙂

DomenickStyle