Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Vai al contenuto

Non ce la faccio

Quante volte è stata ripetuta, almeno una volta, anche solo pensato, da tutti noi?

Bene, personalmente penso che nel momento in cui raggiungiamo questo punto "non ce la faccio" significa che è il momento preciso di continuare.

Perché dico questo? Me lo sono domandato anche io e solo vivendolo ho capito che è realmente così. Non ci si deve mai fermare! Si deve lottare, costantemente, mettendo sempre il meglio di noi, perché qualsiasi sarà il fine, non ci diremo mai a noi stessi: potevo fare meglio! Ma soprattutto, il lottare e l'evitare di fuggire dalle responsabilità, eviterà qualsiasi rimorso di coscienza e non potrete mai dire: era meglio se avessi lottato! E questa cosa fa veramente male.

Ma soprattutto, qualsiasi siano le circostanze e le situazioni, le cose si devono fare col cuore, che devono essere sentite veramente. Questo farà veramente la differenza e sarà sempre quella motivazione che vi farà lottare senza fermarvi mai!

Non ce la faccio, a cosa? Ne vale la pena? Nessuno può rispondere se non da soli, ma soprattutto, non è mai saggio auto-definirsi perditore se non si è nemmeno arrivati alla fine. Bisogna sempre farsi valere, anche quando si perde, sempre a testa alta.

DomenickStyle

2 thoughts on “Non ce la faccio

  1. Alekso

    Hai proprio ragione!!!!
    Questo articolo dovrebbe essere un promemoria per tutte le persone che si trovano davanti ad un bivio, un momento di crisi, un arresto e l'unica soluzione sembra essere mollare. Chi si ferma è perduto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: