Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Vai al contenuto

Gangsta Rap Vs Label

Proprio ieri leggiamo sui giornali "Le gang di latinos colpiscono ancora a Milano", una notizia che nemmeno più di tanto ha fatto "rumore". Ma cosa sono queste gang? C'è qualche collegamento con le diverse Label?

Ovviamente, possiamo scommetterci quello che vogliamo, questa è una notizia che politicamente potrebbe essere usata per tanti scopi, che a noi, a me, su questo blog, in questo articolo, non interessa proprio.

Qui in Italia, dal nord al sud, da ovest ad est, abbiamo una cultura molto profonda e ramificata. Non è un paese "giovane" basta sentire quante diversità ci sono nel nostro linguaggio e nel modo proprio di vivere che si diversifica all'interno delle stesse città e province.

Tralasciando i motivi e la derivazione e i scopi della nostra "mafia", la sola presenza di questa criminalità ha portato a un paese a mettere davanti tanti tipi di valori e principi. E' sempre stato un freno, fatto con minacce, sangue e soldi: questa è la Mafia. Cosa voglio dire con questo?

Che in Italia è impossibile andare a creare uno scenario simile a quello Americano, in cui ci sono diverse "gang di strada" che si contengono il territorio o pezzi di territorio, facendo quello che vogliono. Le "gang" che non sono nient'altro che bande di criminali, nel corso del tempo hanno creato delle vere e proprie regole e gerarchie interne.

Hanno avuto modo di ramificare, andando a reclutare ragazzi, spesso giovanissimi, provenienti da quelle famiglie disagiate, andando a creare delle nuove "famiglie di strada." Queste sono i "clan" americani per intenderci. Cosa c'entra la musica con tutto questo?

La musica, come ho sempre detto, esprime tutto ciò che riguarda la vita reale, venendo raccontata, attraverso i suoni, ritmi, melodie varie, che vanno a toccare le nostre sensazioni, facendo vivere tutte quelle emozioni che racconta il brano. La musica è vita.

Ovviamente la natura del genere "HipHop" è proprio quello della strada. E' un genere che si accentra sopratutto sul "parlato" che sulla "base". Poi come tutti i generi esistenti, ha avuto le sue evoluzioni, la nascita e l'influenza di altri generi che hanno portato a diventare attualmente tra il genere in assoluto più ascoltato e conosciuto al mondo.

Parecchi componenti storici (chi è appassionato di questo genere lo sa benissimo) delle gang più conosciute in America: Inizialmente c'era una rivalità storica che divideva l'America in "West cost" e "East cost", queste gang hanno creato una scia di sangue infinita, rimanendo vittime tra cui artisti di fama mondiale (nomino solo 2pac, ma ce ne sono tantissimi altri di nomi.). Attualmente lo scenario non è lo stesso, perchè all'interno dei stessi territori sono sorti altre gang che si contengono pezzi piccolo o più grandi delle periferie. Ma la notorietà rimangono a quelle gang storiche (Bloods e i Crips).

Come ogni organizzazione criminale esiste un codice, dei segni di riconoscimento, e queste gang di strada si riconoscono proprio dai tatuaggi, dal modo di vestire, dalle bandane (anche se attualmente non si usano più, proprio per non farsi riconoscere facilmente dalla polizia, storicamente ad esempio, i Bloods indossavano bandane rosse, i Crips blu.) Tutto questo che sto dicendo, spiega lo stile "strano" dei rapper.

Perchè esattamente tutto questo che sto dicendo lo ritrovate nei rapper. Parecchi componenti di queste gang sono (o sono stati, per chi, purtroppo, non è più presente.) tra i più ascoltati al mondo. (ad esempio, Snoop Dogg che ha sempre rispecchiato la West Coast). Ma tornando nella realtà, perchè tutto questo? Mi spiego meglio: la "Mafia" come qualsiasi forma di criminalità, non dovrebbe essere annientata? Qui invece sembrerebbe che questa forma di rap è alimentata. Cosa c'è dietro?

La risposta, personalmente, la trovo nel genere di musica: il rap. Visto che è una "musica di strada" racconta quella realtà vista dagli occhi di chi la vive in prima persona. Parliamo di povertà, criminalità riguardante qualsiasi tipo, prostituzione, armi, droga, insomma non è per niente una bella vita. I rapper si riempiono di gioielli (nel gergo americano si dice "bling bling" e spesso viene citato nelle canzoni appunto) per esternare ciò che sono riusciti a guadagnare. Avere una collana d'oro per un rapper di strada, è come se regalassimo 500€ a un "clochard". Quindi?

Quindi questo genere è diventata quella luce di speranza per tutti coloro che vivono una realtà del genere. E si rispecchia in tutto il mondo ovviamente. Ma i soldi sono una cosa sporca, lo sappiamo benissimo no?

Adesso apro il tema: Label. Le più grandi Major che gestiscono la musica mondiale, si differenziano dalla Label che sono indipendenti. Ogni artista ha avuto modo di crearsi anche una propria etichetta discografica, appoggiandosi sempre alle potenzialità delle Major. Mettiamoci nei panni di una Major: puntando su uno stile come il rap, che per una persona non di strada è un intrattenimento, è una novità, ovviamente si cattura l'attenzione. Finanziando su questo stile, con le infinite tematiche che riescono ad esprimere gli artisti di strada, provate a immaginare di che numeri stiamo parlando, di vendite dischi e concerti. Numeri da capogiro.

Ecco che personalmente ritengo che le major, hanno in parte, alimentato proprio la "moda" del rap e di conseguenza dello stile rap. Parecchi si ritrovano a fare rap, provenienti da altri generi, proprio per farsi notare dalle major e non solo. E la stragrande maggioranza dei rapper esistenti, non provengono per niente dal mondo "gangsta" ma addirittura si verifica l'effetto opposto: ci vogliono diventare, pur di avere quella credibilità.

Ecco che questo fenomeno si rispecchia in tutto il mondo. Però alle spalle di questa moda, c'è per davvero l'esistenza della criminalità. In italia non è così semplice, l'ho spiegato all'inizio, ma sappiamo benissimo che quando si tratta di business, esce la "fratellanza".

Ma lo stato non fa nulla? Certo, ovvio che fa. Infatti non è per niente preso a buon occhio questo genere, fatto di faide e vittime. Lo stesso mondo delle major cerca di puntare su altri generi del rap, tagliando una linea col genere "gangsta rap".

Ma stiamo parlando sempre di rap, un genere che viene dalla strada, quindi anche se cambiano i suoni, un po' lo stile, i testi che non parlano solo di tematiche criminali, si arriva sempre ad avare contatto col mondo criminale. Ansi al contrario, ci sarà semrpe interesse da parte del mondo criminale a questo genere, perchè è un business non sporco.

Allora ecco che attualmente, visto come sono cambiati i tempi, le "faide" avvengono a suon di "business" tra label, che si contestano i migliori rapper della scena. Le stesse crew si distingono mantenendo la propria "nicchia di persone" che gli fanno avere notorietà in una determinata zona, oppure più estesa.

Direi sicuramente è molto più pulita questa cosa, ma stiamo guardando i piani alti. In ogni città, periferia di questa nazione ci sono tanti piccoli gruppi fatti di componenti e di "artisti emergenti" che per farsi notare, devono prendere cridibilità all'interno della propria zona. Questa credibilità lascio immaginare a voi come si può raggiungere.

DomenickStyle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: