Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Vai al contenuto

Feminine Style

Feminine Style

E oggi cosa mi metto? Giri e rigira, qualsiasi cosa tu indosserai, o hai già scelto di indossare per una serata, per una semplice uscita con l'amica, o una passeggiata col fidanzato, resterà di fatto che lo stile resta sempre personale.

Noi diamo un nome e cerchiamo di attribuire un significato a questi stili, tendenzialmente li attribuiamo a stili di musica, balli, e arte in generale, ma lo stili è personale, e ciò che distingue uno stile da un altro è direttamente collegato al carattere, dall'umore del momento, dai fattori esterni, come il tempo o la stagione, se si deve uscire con una persona, il luogo in cui ci dirigiamo, insomma è tutto una variante di fattori.

Parlando di stile, ovviamente il mondo femminile è vasto, se non infinito, perchè la fantasia di una donna supera di gran lunga quella di un uomo, quindi quando si tratta di vestiario sicuramente ci sarà sempre quel tocco in più che distinguerà una donna da un uomo.

Quindi adesso farò un elenco dei feminine style più noti, che sicuramente li conoscerete già, ma come ho già detto sulla pagina principale Style, lo scopo di questo articolo è quello di mettere in risalto e in mostra la bellezza di ogni stile, in versione femminile e maschile.

Domenick Style

BOHO-CHIC

Bene, per capire questo stile si deve partire dalla base. Il termine "Bohémien" si riferisce al movimento artistico francese "Bohème" avvenuto nel XIX secolo, che riguardava allo stile di vita che conducevano artisti, scrittori, musicisti dell'epoca in cui si ritrovarono ad affrontare un periodo in Europa molto difficile che li portò ad impoverirsi, quindi da questo iniziarono ad assumere un abbigliamento più povero, fino ad arrivare a una vera e propria forma di "protesta", ma questa è storia.

A noi interessa lo stile, che in sostanza, come dicevo, è un vestire povero, con abiti generalmente vecchi o con evidente usura, che all'epoca per chi faceva parte di una determinata classe sociale faceva clamore.

Oggi lo scenario è cambiato, ma questa tendenza di vestire in maniera povera risalta sempre all'occhio e alla fantasia, infatti ecco che nasce lo stile "BOHO-CHIC" che è uno stile povero ma allo stesso tempo abbinato a uno stile "chic".

Oltre all'aspetto particolare di unire il "povero" col "chic" c'è anche una chiara e forte influenza hippie, quindi è una moda che si può abbinare a tutte le età. L'apice della sua diffusione è avvenuta tra il 2004 e 2005 e come averete già capito è uno stile derivante dall'unione di altri stili del passato, ma che a quanto pare non passano mai di moda.

Ma quali sono le caratteristiche? Lo stile prevede gonne lunghe e ampie, tuniche ricamate, cardigan oversize, frange, gilet di pelliccia. Insomma è uno stile molto particolare che stuzzica la curiosità.

 

HIPPIE

Ed ecco uno dei stili più famosi, l'Hippie. Nato tra gli anni '60 e '70, scomparso e poi ricomparso in maniera forte e radicale negli anni '80 e negli più recenti, grazie sopratutto a famose modelle ed eventi che hanno riproposto questo stile legato a un movimento che ha segnato la storia.

Ma parlando dello stile, cosa lo caratterizza? La caratteristica principale dell'hippie sono i colori, fantasie floreali, psichedeliche, poi ritroviamo gonne lunghe o pantaloni a zampa, bracciali colorati, occhiali da sole, sempre con colori in evidenza, insomma lo stile Hippie sarebbe l'arcobaleno che spunta dopo una tempesta, mille colori e che danno un senso di pace, tranquillità e serenità. 

HIPSTER

C'è ne di tutti i colori!! Siamo passati dall'hippie, al Boho-Chic e non puoteva mancare Hipster.

il termine Hipster sta a indicare un'evoluzione nata negli Stati Uniti negli anni '40 ed è ampiamente associato alla musica indie e a quella alternativa. Quindi basta questo per capire di cosa parliamo.

Ma quali sono le caratteristiche?? Iniziamo col dire che principalmente chi segue questo stile significa che è una persona amante dell'ambiente, ecologica, ed è progressista. Quindi dal cibo ai temi sociali, l'hipster è sempre li davanti a tenere in vita i sani principi dell'evoluzione in maniera sana e civile.

Ed il vestiario? Come ho detto, sono progressisti, quindi ci deve essere sempre quel tocco tra il vecchio e il nuovo, quindi occhiali con montatura un po da nerd ma con stile rinnovativo con orologi vintage per contrastare, mcbook in tracolla (tablet, portatili, insomma tutto ciò che riguarda il tecnologico) cappellini con la visiera rialzata (tipo il famosissimo Willy il Principe di Bel Air) e non può mancare lo smartphone.

Per il taglio di capelli ci ritroviamo le ragazze con una tendenza a un taglio di capelli corti, asimetrici, e cosa fondamentale colorati. Sia gli uomini che le donne indossano indistintamente skinny aderentissimi, con vita alta fino almeno all'ombelico e risvolto al fondo per far intravedere la caviglia (dotata o meno di calzino bianco a seconda della stagione), e abbinato per i risvoltini ecco spuntare i mocassini lucidi o stringati ai piedi. Insomma è uno stile che sicuramente avrà evoluzioni in base a come si evolveranno i tempi.

COUNTRY

Anche questo merita di avere una sua importanza, Country. Parliamo di uno stile abbinato a un genere musicale nato in america agli inizi del novecento. E' tipico dei cawboy caratterizzato da capi in jens, camicie scozzese e dai tipici stivali, cinture con grosse fibie e l'immancabile cappelli a falda larga. Insomma non è tipicamente diffuso nel nostro paese, ma è uno stile molto famoso ed attualmente esistente, e sicuramente si porterà avanti con i tempi.

PUNK E ROCK

Non poteva mancare questo stile che si è diffuso ovunque, il Punk e il Rock. Parliamo di poche differenze tra i due stili, e nel corso del tempo hanno avuto tantissime evoluzioni, andando a creare addirittura altri stili.

Di sicuro possiamo dire che sono due stili che nascono dal genere musicale che li accompagna e che a loro volta, nel corso del tempo, si sono evoluti con altrettanti sottogeneri che hanno portato a braccetto l'evoluzione anche dello stile. 

Ovviamente il Punk come il Rock hanno una storia proveniente dall'America e dall'Inghilterra, quindi di base non hanno lo stesso periodo di nascita ma sono vicini col periodo storico. Ma sicuramente non sono uguali per le culture da dove provengono, quindi lo stile legato, per quanto possa assomigliare, sopratutto per chi lo adotta, nota e sa benissimo le differenze.

Quindi perchè ho voluto unirli? Semplice, perchè questa non è una pagina di musica, e voglio mettere in risalto i stili più famosi, quindi essendo che nel vestiario hanno tante cose in comune ho preferito semplificarli in questo modo.

A questo punto passiamo al modo di vestirsi. Lo stile è molto eccentrico, e ciò che mette in evidenzia è un senso di ribellione ai canoni comuni della società. Il punk sopratutto, mette in evidenza la "scarsa qualità" dei vestiti, per simboleggiare la mancanza di soldi per permettersi di vestiti di marca. Quindi ci ritroviamo un vestiario con stracci ovunque, toppe, cinghie varie, simboli anarchici e altri che fanno riferimento alla morte, anfibi e borchie ovunque, per rappresentare il lato aggressivo, di ribellione verso i poteri sociali.

E il rock? Non è così differente dallo stile punk, quello che lo distingue è il fatto di essere meno eccentrico. Ma infondo stiamo parlando sempre di un vestiario scuro, prevalentemente nero, generalmente si indossano maglie con riferimenti a gruppi musicali rock, band preferite o famose, simboli che richiamano la morte o ribellione in generale, anfibi e borchie sempre presenti, e i capelli? a differenza del punk  e la sua famosa "cresta" chi segue lo stile rock non lo adotta questo simbolo, ma parliamo sempre di capigliatura folta, lunga, e di uno stile che nel complesso rappresenta un lato di aggressività e ribellione.

Insomma sono due generi immortali, con una cultura immensa ed è molto seguita dai giovani. Non escludo le fasce di età adulte, però sappiamo benissimo che il mondo del lavoro comporta determinati canoni che escludono tutto questo stile ribelle e aggressivo, quindi per questo lo ritroviamo più nei giovani questo stile. Per le evoluzioni, le tendenze e i sottogeneri di questi stili, ovviamente nel corso del tempo tante cose sono andate perse, altre sostituite, altre invariate, ma resta di fatto che parliamo sempre di generi che alla base vanno a rappresentare una corrente che rema contro i poteri forti.

RAP-HIP HOP

Doper aver parlato del Punk-Rock non poteva mancare anche questo bellissimo stile Rap-HipHop. Qui parliamo di un movimento culturale nato negli anni '70 in America e che è diventato ultimamente il più conosciuto e diffuso.

Questo stile come i precedenti sono strettamente collegati al genere musicale di appartenenza. Parliamo di uno stile nato sulla strada, e per la particolarità del genere musicale e dei balli collegati, questo è uno stile che veste largo, e non importa dei colori o di ciò che mostra la maglia che si va a indossare, non mette in evidenza nessun tipo di simbolo, è uno stile che si esprime con il corpo e le movenze, quindi c'è bisogno di vestirsi larghi per permettere di fare qualsiasi tipo di movimento in maniera sciolta e senza ostacoli. Ovviamente parlo dei balli hip-hop, ma questo stile è stato adottato anche dai rapper in generale.

Il vestiario parliamo di, maglie lunghe e larghe o felpe, pantaloni larghi, jeans o generalmente si semplifica il tutto con una tuta larga, un paio di scarpe da sneaker per mettersi in risalto (i grandi marchi hanno saputo sfruttare bene questo movimento, come la Nike o l'Adidas e non solo), un cappellino e lo stile è realizzato. E' uno dei stili più semplici che si possono trovare in giro. Da non dimenticare gli oggetti!! Le collane, gli anelli i bracciali, gli occhiali, più sono appariscenti e meglio simboleggia questo stile.

E' tutto un mettersi in mostra, infatti è noto che i rapper famosi usano questi oggetti, come collane di oro, bracciali e occhiali costosissimi, per mettere in evidenza il percorso che hanno fatto, la loro carriera. Visto che è uno stile di strada, si è passati dall'essere sconosciuti alla massa fino ad arrivare a una certa notorietà, tutto grazie alla musica, quindi si va a simboleggiare tutto ciò che, prima del successo, non si poteva permettere.

SKATER

Bene non poteva mancare questo genere altrettanto molto diffuso nel nostro paese, lo SkaterLa nascita di questo bel stile è rincoducibile agli anni '80 , e ciò che riconduce questo stile è appunto, lo skate. Lo skater è uno sport libero, e come ogni sport per riuscire a impararlo c'è bisogno di passione e tempo, ma non voglio stare qui a parlare di come si pratica con lo skate ma volevo arrivare a dire che lo stile è abbinato per ciò che richiede questo sport, quindi non ci devono stare impedimenti, generalmente si usano pantaloni attillati e portati a vita alta, da evitare collane, maglie di flanella o felpe col cappuccio, camicie a quadrettoni con maglie di riferimento a marche famose di skate o sempre inerenti a questo stile, cappellini da skater o meglio ancora cappelli di lana, braccialetti ma non troppo grossi o festosi, e le scarpe da skate, che possono essere dalle famose Vans o alle popolari Convers All-Stars. Insomma è uno stile alternativo molto seguito dalla massa giovane e in continuo evoluzione.

 

STREET STYLE

Non poteva mancare questo stile, che personalmente credo che sia una dei stili più belli, semplicemente perchè non ha dimensione, regole, lo Strett Style è una cultura di strada, è traducibile in "Ciò Che Mi Fa Stare Bene", quindi è un stile personale, se a te piace metterti un vestitino per la sera con sotto gli anfibi, certo non è nessun stile, per chi segue una delle tante mode è orribile vedere uan cosa del genere, e nemmeno puoi abbinarlo e dire che è uno stile simile al "Punk" ma semplicemente è uno "Stile di Strada" perchè ti fa stare bene vestendoti, facendoti vedere, facendo ciò che devi fare fuori casa, vestendoti esattamente in quel modo. Quindi è tutto un mix! Questo stile nasce negli anni '50 ma prende piede e forma negli anni attuali. Come ho detto questos tile non ha forma e non è riconducibile a nulla, proprio perchè è libero, quindi non cammina a bracciatto con nulla, ne musica, ne moda, ne spettacolo in generale, insomma è personale, è per chi a modo suo decide di avere "STYLE". Volevo farvi l'esempio di una grande star della musica "Rihanna" inq uanto il suo look è tendenzialmente sempre quello dello "Street Style" appunto, quindi potete ammirare quanto può essere fantasioso e bello questo stile.

< Clicca qui per tornare indietro

Domenick Style

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: